avanti

Il bisogno improvviso di forza si materializza in due gambe sode, muscolose, che piantano i piedi nell’asperità del terreno dissodato di fresco. Il vecchio, il nuovo e l’impossibile siedono accanto senza guardarsi, ma percependo le reciproche presenze. Le reciproche distanze. Certi momenti, nella vita, non contemplano mani di aiuto: né Dio né gli altri. Che […]

Read More avanti

sempre la solita

Ho sollevato la cornetta allungando un braccio verso il telefono, dopo lo squillo. Mi dice che sulla strada provinciale che porta al mare hanno abbassato il limite di velocità: 50 km/h costanti, una follia ma è così, ed io te l’ho detto, dovessi andare al mare e non fare caso ai cartelli. Da giorni, nell’ordine, […]

Read More sempre la solita