certe irragionevoli abitudini

– Ho parlato per rabbia, ma non lo pensavo – Quante volte l’abbiamo detto? Quante volte ce lo siamo sentiti dire? Quasi come se la rabbia ci rendesse incapaci di comprendere quello che stiamo dicendo. Amplifica e altera i pensieri, certo, ma non ne modifica il senso; per cui se sono arrabbiata e pronuncio determinate parole, […]

Read More certe irragionevoli abitudini

lei, lui, l’aria

Lei non ama le feste; non le ha mai amate davvero. Troppi ricordi agrodolci nel suo fardello di buone intenzioni con date di scadenza regolarmente disattese. Quest’anno, poi, le ama ancora meno. Lui vive da un’altra parte, con altre persone intorno. Probabilmente finge un interesse che non ha. Recita un sentimento che non prova. Si […]

Read More lei, lui, l’aria

imparare

Mi capita spesso di riandare indietro nel tempo, alla ricerca di quei momenti, anche lunghi, che mi avevano fatto credere che la vita fosse sempre entusiasmante e meritevole di essere vissuta. Abbagli, forse. Ingenuità datata, contaminata appena dalle sberle che la vita suddetta distribuisce equamente, con esemplare generosità. Potrà sembrare anche paradossale, ma cullarsi nell’atmosfera […]

Read More imparare

il gioco

                    Caro amico mio, anche se amico mio non sei stato mai, di te serbo ricordi abbastanza confusi, e quel che rimane ancora nitido, a dispetto degli anni, ha un brutto sapore. I nostri babbini erano grandi amici, ma tra noi due non c’è mai stato […]

Read More il gioco

il colpo in canna

Si voltò piano, con il fascio di rose bianche tra le braccia, interrogando se stessa inutilmente: nessuna provvidenziale intuizione, nessuna rassicurante certezza. Le sistemò in un vecchio vaso sbreccato, attenta a tirar su la carta crespa rosso fuoco. Si allontanò di pochi passi, camminando all’indietro: il povero vaso era tornato a vivere gli antichi splendori, […]

Read More il colpo in canna

muffa

Sul tavolo della cucina c’è qualcosa che puzza: forse il contenuto di un barattolo. Apro: il sugo di pomodoro presenta una patina verdastra – gran brutto vedere – segno dell’ormai altarata omeostasi chimica. “All’anima sua”, penso irritata. Tempo due giorni, il mio sugo è andato a male. A male come tutte le cose che si […]

Read More muffa

I beg your pardon

In ritardo, se colpevole o innocente non è dato sapere. Sono in ritardo e mi affanno dentro, disposta ad arrampicarmi sui telai di scuse che intesso ogni giorno per proteggermi dagli Altri. Cerco di stabilire quale possa essere la giusta distanza fra loro e me: quella che faccia sentire tutti al sicuro, in un piccolo […]

Read More I beg your pardon