Miraggi

Quando lo sport diventa un’ottima occasione per riunire le parti divise di uno Stato. Quando c’è un Presidente lungimirante, democratico, pacifico e incline all’onestà e al perdono. Quando a volte i miracoli accadono perchè qualcuno ci ha creduto. Personalmente ho seri dubbi che i prossimi mondiali di calcio possano emulare quelli di rugby del Sud […]

Read More Miraggi

Treno che corri

Cosa spinga a cambiare veramente io non lo so: dipende dagli eventi, e dalle soggettività. Non è trascorso tanto tempo da quando credevo ancora di poter riportare a casa un po’ del mio meglio sparso fra braccia che avevo creduto benevole, e speranze fucilate senza processo. Pian piano la casa si riempie di una luce […]

Read More Treno che corri

Giving

Non sono stata mai abituata a ricevere doni dagli uomini che ho avuto. Non doni molto costosi o importanti. Mi sono sempre sentita più incline agli oggettini simbolici, a quelli personalizzati, comprati pensando che sarebbero stati regalati a me. A me per quella che ero. Ricordo solo tre anni di gioielli talmente preziosi da risultare […]

Read More Giving

Ciao maschi(o)

A giocare con le parole ci si può far male: anche se non si voleva affatto giocare. Nel post precedente ho pubblicato una pagina estrapolata dall’ultimo libro di Valeria Parrella:“ciao maschio”, uno scritto nato per il teatro,  prodotto in seguito dallo Stabile di Napoli e  portato in scena nel novembre del 2009 con la regia […]

Read More Ciao maschi(o)

I’m the walrus

” Voi siete quelli che inciampavate in una pietra e solo allora vi fermavate a raccoglierla. Tutte le vostre pietre mi avete portato, le avete lasciate lì, nel letto: erano i ricordi, le forme dell’infanzia, le frustrazioni e le poche speranze, pallide pallide come quell’eterno crepuscolo invernale che era la vostra vita. Ma no, non […]

Read More I’m the walrus

Vorrei avere un becco

Sciagura ha voluto che la mia prima immagine di quest’altro festival della canzonetta italiana fosse la faccia di Emanuele Filiberto, accompagnato da un tenore non meglio identificato e da Pupo, nascosto dietro un pianoforte che pareva suonasse da sè. Povero, il principino: in fin dei conti è innocuo, fa le sue brave figuracce, viene mandato […]

Read More Vorrei avere un becco

Buone azioni

Procura di essere sempre sincero, salvo quando sia necessario mentire, e di non causare inutili preoccupazioni.Sì, è vero che alcune sere fa, in un negozio, ho avuto la sensazione che gli abiti mi venissero tutti sopra, o che io andassi addosso a loro, ma la cosa è durata meno di un minuto, e c’era tanta […]

Read More Buone azioni