A beautiful, addicted mind

Nel pomeriggio, mentre guidavo sotto una pioggia odiosa e insistente, mi sono tornate in testa le parole di un mio ex, quando asseriva che se non avessi avuto una famiglia solida e severa sarei finita sotto un ponte con una siringa in un braccio. Devo ammettere che i galantuomini non mi sono mancati mai. Vaticini […]

Read More A beautiful, addicted mind

La mala educaciòn

Ci sono giorni che ti svegli, e ti si bloccano gli ingranaggi in testa. Accendi la tv e ti trovi di fronte i denti di Moratti. Spegni immediatamente e ti muovi verso la cucina perchè il tuo corpo ti chiede forte un santissimo caffè nero e bollente. Vagando distrattamente su faccialibro hai la sfiga di […]

Read More La mala educaciòn

Apertis verbis

Alla fine, dopo anni di parole, è come girare intorno a se stessi. Non c’è aspetto, di noi, che non sia stato offerto volutamente in pasto: agli amici, quale dono sincero e spontaneo, e agli avventori occasionali, incuriositi o distratti. Io mi capisco bene, ormai, dopo anni di convivenza conflittuale con la piccola folla eterogenea […]

Read More Apertis verbis

Le difficoltà di una digestione

Un po’ di settimane fa un amico, quello delle grandi pulizie di primavera, mi aiutò a mettere in ordine scaffali di vecchi cd, alcuni dei quali non etichettati. Me li lasciò su un ripiano perchè, con calma, li selezionassi.Ovviamente i cd senza nome se ne sono rimasti a giacere per giorni e giorni, come corpi […]

Read More Le difficoltà di una digestione

E va bene, vola…

Lui non entra: irrompe. – Cosa ascolti? – Paolo Nutini. – Ennò. Questa non è sua. E’ una cover. – Dici? Non credo. Aveva ragione, e va bene, perchè i giovani hanno tanto da insegnare a noi, che lo siamo meno. Dev’essere innamorato: ascolta l’ultimo singolo di Max Gazzè da mane a sera. E va […]

Read More E va bene, vola…