le lune nel pozzo

  Cantami, o diva… No, non sono funestamente irata, ma molto seccata sì. E mi spiego. Cioè no: non mi spiego più. Perchè è inutile, perchè c’è in giro una pletora di tonti, perchè io son perla e voi siete porci. Attenti alle metafore: non accetto maledizioni sulla mia razza, peraltro esigua. Qui, in me, […]

Read More le lune nel pozzo

nervous

  “Sono un organizzatore nato. Di feste, ovvio. Quella del 10 settembre rimarrà storica: Alessia vomitava in giardino, Gianmarco sembrava morto sul dondolo, c’erano i dj, le luci strobo e la vodka giusta. Arrivarono anche i carabinieri, chiamati da quel c….(beep) che abita di fronte, per chiedere se tutto fosse a posto”. Mio figlio, autore […]

Read More nervous

stralunato

  Alle fortezze inespugnabili, che tanto richiamano alla memoria la turris eburnea di mariana memoria, quand’ero una bimba curiosa e disobbediente, ma con uno strano e radicato senso del dovere che non mi avrebbe abbandonata mai. A certe fortezze inespugnabili dedico il mio cuore, la gratitudine e l’affetto di cui sono ancora capace. Ammesso, poi, […]

Read More stralunato

oddity

  Se oggi parlo di te è perchè sei diventato un ricordo senza emozione. Avevo smesso: qualcuno me ne dia atto. Avevo smesso ed ho ripreso brevemente per scrivere the end con i caratteri un po’ arzigogolati dei film di una volta. Oggi, adesso ho gli avambracci appoggiati alla finesta: il viso a sfidare l’aria […]

Read More oddity

caro Luca

  Incomincio come una donnina infatuata di spiriti, merletti e piccole bottiglie di rosolio? Non so: io sarei l’esatto contrario. Tosta quanto basta, concreta fino ad un certo punto, solida all’occorrenza. Ordunque: vade retro. Sono ancora viva, sai? Non so, onestamente, se l’avresti mai immaginato, o se, più verosimilmente, la cosa ti avrebbe lasciato indifferente […]

Read More caro Luca