Prerogative

“Signora, lei ha una soglia di sopportabilità del dolore fisico molto alta”. Il bel moro lo dice convinto, ed io annuisco: è vero. Un parto senza l’ombra di un “ahi”, e tanti acciacchi sopportati quasi senza colpo ferire: anzi integrandoli, come fossero parte di me. Però un’anca displasica alla nascita, seppur curata dal fiorentino Scaglietti […]

Read More Prerogative

Il mito del passato

La consapevolezza dell’amore rende felici, sguardo dritto e poi in alto, a sfidare il sole con una mano sugli occhi. La consapevolezza di essere pieni di un’altra anima, perchè dentro c’è posto anche per mille anime, sa far osare sfide impensabili, e vincere battaglie perse. Già. Ricordo vagamente di aver sentito dire cose del genere, […]

Read More Il mito del passato

Di amicizia, e di altre parole abusate

Non ho mai tradito l’amicizia. Mai. Nella vita vera, come in questa parallela. Sono scappata, a volte, nascondendomi perfino a me stessa, ma il tradimento (dal latino tradere, cioè consegnare con l’inganno) non lo conosco, nè lo pratico. Può essere che qualcuno di voi abbia a rimarcare, giustamente, la mia latitanza, il disinteresse e la […]

Read More Di amicizia, e di altre parole abusate

Acido cianidrico

Ti inviterò a bere con me. Un ultimo bicchiere non si nega nemmeno a un condannato. Mi siederai accanto, sul divano pervinca. Guarderò i tuoi occhi: passaggio veloce di nuvole scure. Palperò l’imbarazzo, il tuo. Io sto bene, sono tre spanne sopra di te, piccolo uomo senza significato. Ti offrirò da bere. Tu berrai, guardandomi […]

Read More Acido cianidrico

Il discorso di Bertie

Se è vero che dietro un grande uomo c’è quasi sempre una donna di spessore, può succedere che, insieme alla donna, vi sia un logopedista poco ortodosso, e molto sopra le righe. The king’s speech è il racconto di come Albert “Be-Bertie” Windsor, divenuto re d’Inghilterra dopo l’abdicazione del primogenito David (Edward the VIII), riuscì […]

Read More Il discorso di Bertie