#1

Ecco la scoperta improvvisa di avere ancora il cuore e nessun progetto chè quelli portano male a cullarli e coltivarli come figli. Eppure tutto cambia da un giorno all’altro da un vento all’altro. Resta sempre la certezza triste della volontà malata  che torna sui suoi passi dietro sbarre ostili. E riavvolge il nastro sempre più […]

Read More #1

ignorante

Non conosciamo tante cose. In questo senso siamo profondamente ignoranti, ma fingiamo il contrario per fare bella figura secondo un modo di pensare vecchio, muffo, incartapecorito. Io non conoscevo Ezio Bosso, se non per averlo visto di striscio  a Sanremo, qualche anno fa. E sono onesta: pensai fosse un giovane, talentuoso e sfortunato, offerto in […]

Read More ignorante

19marzoventiventi

Segni, piccole parabole aperte e chiuse nel nostro tempo: quello che abbiamo imparato a scandire e dividere in categorie. Segni contro la luce forte di questo sole caldo a marzo, mentre il polline dei pini attraversa l’aria come piccoli sbuffi improvvisi. Mi guardo intorno e so che ci sei. La rosa di famiglia sta germogliando […]

Read More 19marzoventiventi

di tramonti

  Il tramonto è il momento in cui il sole, prima di sparire sotto l’orizzonte, si lascia ammirare, civettuolo, per un breve saluto. Poi se ne va, con l’eterna promessa di tornare presto. Di solito la mantiene, salvo che la sua gioiosa bellezza non sia offuscata da nubi e nebbia. Da noi non è frequente […]

Read More di tramonti

saluti

Credibili i ragazzi e le loro mani che salutano fintamente nella scena di un film. Potrebbero essere quelli che siamo stati o chi, per noi, è adesso. They wave and go. Poi cala il sipario, il regista si allontana, parte la musica della sigla finale. Si volta pagina e si aspetta di leggere la successiva, […]

Read More saluti

verso le foglie morte

Io lo so che oggi, con lui, c’eri tu. Me l’ha detto una folata di vento, discreta fra i capelli che proprio non vogliono saperne di stare in ordine. Ordine: parola dalla cento accezioni. Me l’ha detto il vento in persona, soffiando da nord est. “Lui era con lui”. Erano insieme, le due maglie della […]

Read More verso le foglie morte

l’orticaria

La luce azzurrognola del monitor illumina il mio viso pallido e una striminzita porzione del tavolo in terrazza.La serata è appena fresca, piacevolmente fresca.Tutto, intorno, sarebbe quietamente perfetto se la voce alla mia sinistra non continuasse a blaterare di vicende di altre ere, alterandone parole e senso.Non reagisco, non rispondo.Non sono solita sparare contro la […]

Read More l’orticaria

arrivederci

Ciao, te ne sei andato in silenzio dopo averci salutati uno per uno, con quel filo di voce che ti era rimasto. Poi il vuoto intervallato dal tuo respiro stentato, aiutato dall’ossigeno. E nessuna paura, nessuna impressione: eri e sei il perno della mia vita, l’unico uomo che abbia mai amato, scomodo termine di paragone […]

Read More arrivederci