vicini

Vita bella o accettabile finchè possiamo parlarci, stare vicini, stingerci e dolerci insieme o cantare inni alla gioia. Infine ti rendi conto che i legami familiari, soprattutto alcuni, sono importanti esattamente come avevamo creduto che fossero. Gli incidenti di percorso sono contemplati, così come le divergenze, grandi o piccole, e gli errori di valutazione. Ma […]

Read More vicini

piccole strisce di carta

Dove sono andata, srotolandomi e arrotolandomi in un’infinita catena di giorni e notti che, se avessi perso la coscienza di essere, almeno una volta, oggi potrebbero sembrarmi solo un sogno infinito? Dove sono andata, lungo questi anni divisi in scompartimenti come un vecchio treno dai sedili usurati e dal cattivo odore stantìo? Quello che si […]

Read More piccole strisce di carta

gli addii

Invecchiare vuol dire perdere progressivamente la capacità di cogliere certe sfumature. Vuol dire anche andare incontro a quel punto di non ritorno che  pronunciamo a fatica: personalmente non ne conosco nemmeno l’etimologia, e non mi curo di informarmi. Morte, morte, morte: che ci vuole? Evento ineluttabile, punto di partenza per una nuova vita, fine di […]

Read More gli addii

spine

  Che cosa c’è, dopo questa vita? Ultimamente me lo chiedo spesso, anche se sono orientata a credere che questo nostro passare per tante vicende sia solo un ciclo biologico come altri. Desiderare la fine di tutto è umanissimo, anche se non esattamente comune, ma c’è sempre la paura di un ripensamento in extremis: e […]

Read More spine