eterni

Ecco: l’idea che quel telo da mare mi sopravviverà è abbastanza deprimente. Potrei citare mille oggetti eterni, ma la mente va a quel telo a righine gialle e blu, comprato in un emporio per turisti quando la mia vita era più viva, e le speranze non ancora incenerite. Abbiamo sempre avuto un eccesso di teli, […]

Read More eterni

sottile come un filo

Preferisco sognare. Quando la schiena fa più male, quando i morsi del passato diventano feroci. Quando lo spettro minaccioso del futuro diventa opprimente come un burqa ad agosto. Sogno e sopporto lo snocciolarsi lento dei giorni uguali: sempre più corti e preziosi. Sogno e assisto allo spettacolo inutile di un’altra estate nuda, sporca, volgare. Vuota […]

Read More sottile come un filo

stili di vita

Cosa si pensa che possa essere la vita? Ognuno dice la sua: spesso la pensa e tace. Non c’è scuola di pensiero, opinione radicata per partito preso, consorteria. Io (chiedo venia, umilmente, per non aver sottinteso il pronome personale), io (reiterazione necessaria) mi confronto e spesso mi discosto, incurante di reprimenda, perplessità, critiche biascicate a […]

Read More stili di vita

pezzi di noi

                    Io non esisto. Non come essere umano. Non ho pensieri, emozioni, sentimenti. Sono un androide costruito da una mente perversa. Un cyborg modificabile dal suo creatore, e da se stesso. Vivo trincerato dietro quel che voglio far credere che io sia. Non ho sesso: solo […]

Read More pezzi di noi

spuri

L’uomo non osi separare quel che Dio ha unito. Oppure un pubblico ufficiale qualunque. Per me ormai non fa più differenza, ma è tardi e posso solo guardare distrattamente alle vicende degli altri: quelli che brulicano sotto le mie finestre. Io non ho mai trovato la forca giusta, e se l’ho trovata non me ne […]

Read More spuri

so life goes on

In coda, come civiltà richiede. In coda allo sportello, accaldata e insofferente. Senza preavviso lo sguardo incontra una schiena vestita di maglietta nera, più jeans. Un tizio sconosciuto ma evocativo: collo robusto, bracciotte, gambe piuttosto corte e tozze. Nulla che possa far pensare a un adone, ma la memoria si nutre dell’eco di emozioni lontane. […]

Read More so life goes on

poche parole

  Niente da dichiarare. Se non che l’acqua gelida di questo febbraio di brutte notizie sta riuscendo, goccia a goccia, a scavare fino all’anima. Che certe persone riescono ancora a sorprendermi emotivamente, mandando all’aria le poche certezze che provo a mettere insieme, ogni giorno. Che questa città assediata dal maltempo, impersonale e moderna, erige un […]

Read More poche parole