solo parole

Provo a guardare in faccia il Male, ma il Male distoglie lo sguardo. Gli pongo domande logiche e razionali, ma Lui volta la testa e le carte che ha in mano. Cosa posso, io, contro tanta suprema e assoluta indifferenza? Il Male crea disagio perchè si dilegua: vigliaccamente si sottrae al confronto. Mi fa capire […]

Read More solo parole

l’armadillo

Stipato nell’archivio della memoria, un baule di impazienza nasconde cumuli di stracci polverosi, i soliti, più nuovi pezzi per la collezione delle care cose inutili di sempre. Con l’aiuto della ragione provo ad afferrare la mano che qualcuno mi tende, ma oramai sono disabituata a supporti di mani, spalle, braccia, e preferisco arrangiarmi da sola. […]

Read More l’armadillo

delusi

Le delusioni d’amore fanno male, ma quelle di amicizia molto, molto di più. L’amore è fallace per definizione: estinta la vampata iniziale prima o poi, fatalmente, ci si ritrova al cospetto delle macerie fumanti di quella bella costruzione messa su con tante buone intenzioni e qualche saggia omissione. “Per tutta la vita”, d’altronde, ha un […]

Read More delusi

essere

  Io sono qui, là, ovunque. Sono me stessa nonostante le maschere che la vita mi costringe ad indossare alla bisogna. Difendo l’uno che ha tutti contro, i salmoni e il panettone con l’uvetta e i canditi. Nella vita precedente sono stata scimmia e, in questa, di una scimmia ho conservato atteggiamenti, curiosità, indole dispettosa. […]

Read More essere

apparenze

                  Il punto-non-punto è oramai dietro l’angolo: il punto-non-punto che vuol dire tanto e niente. Quasi quasi avevo sperato nei Maya, lo confesso. Non ci ho mai creduto, ma ci ho sperato, ridendo di me stessa. Da stamattina ho gli occhi lucidi e la voce roca: allergia, […]

Read More apparenze

persone a metà

Cammino, vento sul viso, e i miei passi incrociano quelli di chi cammina col vento dietro. Forse ci reincontreremo in direzioni invertite, ma non è importante: volevo solo trasmettere l’immagine di quel che vedo. Il passo è sostenuto, non veloce: posso soffermarmi con lo sguardo qua e là, e permettermi di immaginare la storia della […]

Read More persone a metà

brezza di estate

Gli occhi mi si sono spalancati all’alba: inversione di fuso orario. Tanti pensieri, poche pagine di un libro che si preannuncia detestabile, la mano verso il comodino, in cerca del cellulare. Gioco con WhatsApp, e giocando mi salta davanti agli occhi un nome. Un nome che ho conservato perchè a certe persone rimango legata per […]

Read More brezza di estate

qualcosa da bere

  Sensazione di vuoto, di paura e sgomento per la me che non avevo ancora avuto il piacere di conoscere. Mi sono presentata a me stessa: inimmaginabile sensazione di estraneità. Quale me ha conosciuto quella in carica di vigilatrice cosciente? Vorrei dirvi, ma non so. Police – Spirits in the material world

Read More qualcosa da bere

egotisme

  Io non ho paura delle insidie delle ghiandole, anche altrui, e non ho paura della MIA bocca piena, anzi stracolma di cioccolata semiliquida, buona come l’amore quando lo fai con chi ti ha preso tutto il cervello a disposizione con la sua presumibile CPU. Io galleggio sul mio piccolo mare di ricordi rappresi e […]

Read More egotisme

le spie

  Talvolta accade di convincersi che qualcosa possa, anzi debba essere propedeutica ad un’altra, di solito più importante. Epocale, quasi. Negli anni in cui sono stata male, e vedevo la mia autonomia fisica scemare di mese in mese, non riuscivo tuttavia ad accettare l’idea di  tornare sotto i ferri. Finchè ci son dovuta andare, perchè non […]

Read More le spie