dream on

L’uomo è indiscutibilmente lui, ma ha qualche decina di anni in meno, e vive in una casa di studenti con vecchi studenti par suo. E’ a letto, malato, ma l’umore pare non risentirne affatto. Circondato da portatili e cellulari, tesse trame che si fanno sempre più fitte e intricate, ma la cosa lo diverte molto. […]

Read More dream on

l’amico del cuore

E’ una spalla su cui piangere. Anzi la spalla. Gentile, disponibile, spesso carino, non si tira indietro mai, se c’è da offrire comprensione per una mezz’oretta di confidenze o pianti liberatori. Ha l’innata e rara capacità di trovare la battuta giusta al momento giusto, le parole che alleviano il dolore acuto delle lame rotanti che […]

Read More l’amico del cuore

disvelazioni

Sempre più spesso spero in un alieno che possa salvarmi la vita, portandomi via dalla quotidianità appiccicosa di sudore e impegni mal digeriti che, forse, non mi spettano nemmeno. Non nel modo talebano che ho io di intendere, ancora, il sacrificio di me stessa causa mala educación, cioè veti atavici e conculcamento sistematico di spirito […]

Read More disvelazioni

l’aliena avverbiale

A volte ci si sente in panne, anche senza motivi eclatanti. Ho conosciuto giorni peggiori, eppure mi muovo, molle e piuttosto demotivata, lungo i sentieri tortuosi della  vita. Stasera è arrivata la botta di malinconia. A tradimento, perchè i colpi più tosti sono sempre inattesi. Ed io continuo a camminare, molle e piuttosto demotivata, lungo i sentieri tortuosi di questa vita che mi sfianca e mi mangia […]

Read More l’aliena avverbiale

quattro venti

Il demiurgO piantava fiori e bombe che prima o poi sarebbero esplose. Prima o poi. Una vita ad aspettare l’elargizione di zuccherini, uno ogni tanto, o colpi di rasoio. Sperando nel taglio decisivo, per accelerare l’agonia. Dopo mille morti attese, invece, un risveglio tardivo. Seduta composta – come si conviene a un donnino perbene – […]

Read More quattro venti

digestioni difficili

Di parole gratuite e cattive, ormai lontane. Di bizzarri e incomprensibili triangoli, e figure geometriche varie di “amici” con un denominatore comune. Pausa sonno: il sogno non lo ricordo, ma la malvagità della buonanotte sì. Ed io sono a casa come un’idiota a chiedermi se è almeno statisticamente possibile che a sbagliare sia sempre io. […]

Read More digestioni difficili